METODI di ASSICURAZIONE

Sono l'insieme di manovre di corda che devono essere eseguite dal punto di Sosta e che consentono:

- Aumentare la sicurezza della cordata

- Neutralizzare o ridurre al minimo le conseguenze prodotte dalla caduta di uno dei componenti la cordata.

Qualsiasi metodo si basa su 2 elementi: l'AutoAssicurazione e l'Assicurazione al compagno di cordata e per

essere valido deve avere i seguenti requisiti:

- Essere di facile apprendimento e uso.

- Funzionare in maniera indipendente dalla posizione di chi assicura.

- Senza pericolo di lesioni per chi assicura.

- Funzionare con qualsiasi diametro della corda.

- Frenare la caduta del compagno volato con una assicurazione dinamica.

- Funzionare con i soli mezzi tradizionali che sono sempre in possesso di ogni alpinista.

- Offrire la possibilitÓ di bloccare il compagno volato all'ancoraggio.

- Dare la possibilitÓ di poter calare il compagno volato con una discesa controllata e di potere unire 2 corde.

- Offrire la possibilitÓ di recuperare il compagno al posto di ancoraggio.

L'unico metodo che risponde a tutti questi requisiti Ŕ il

METODO di ASSICURAZIONE con NODO MEZZO BARCAIOLO

Sia l'AutoAssicurazione che l'Assicurazione deve effettuarsi con 2 moschettoni diversi e possibilmente su 2 chiodi diversi.

L'AutoAssicurazione si effettua facendo un nodo BARCAIOLO su un moschettone dell'ancoraggio, e tenendo tra sŔ e la sosta una distanza che consenta di fare dei movimenti.

 L'Assicurazione si effettua facendo un nodo MEZZO BARCAIOLO su un altro moschettone sulla corda che va al compagno.

Nel caso di uso di 2 corde Ŕ meglio sfalsare i 2 MEZZI BARCAIOLI utilizzando una fettuccia.

ASSICURAZIONE con Nodo MEZZO BARCAIOLO con l'uso di una sola corda

Quando parte il Capocordata chi assicura darÓ piano piano la corda che necessita senza creare strappi o lasciare la corda troppo lasca e starÓ sempre attento ai movimenti del compagno e dovrÓ essere sempre pronto a tenere eventuale volo.

Il Capocordata raggiunta la Sosta predispone la sua AutoAssicurazione e poi la Assicurazione per il Compagno.

Terminata l'operazione di Assicurazione recupera la lunghezza di corda non utilizzata fino a che non sente che non viene pi¨.

Avvisa il compagno di partire (che disfa la sosta e recupera il materiale impiegato) e recupera la corda seguendo con sensibilitÓ

i suoi movimenti senza tirare troppo la corda ed evidentemente al contrario non lasciarla molle.

Dopo che raggiunge la sosta e poi intende proseguire da Capocordata, basta capovolgere il mezzo barcaiolo senza sfilare la corda dal moschettone.

NOTA:

Quando vola il Capocordata lo strappo per chi Assicura sarÓ violento e proietta verso l'alto o di traverso secondo la direzione di salita.

Usare l'accortezza di avere piazzato la sosta per assecondare la direzione di marcia.

Nel caso di uso di pi¨ chiodi di Fermata gli stessi dovranno essere uniti con cordini o fettucce non troppo lunghi e comunque i

moschettoni dovranno essere a portata di mano.

      

ASSICURAZIONE a SPALLA con l'uso di una sola corda

Questo tipo di Assicurazione pu˛ essere applicato solo su terreno facile e quando non ci sono seri problemi in caso di volo di uno dei componenti la cordata.

Chi assicura mette la corda in modo che la stessa passi sotto una delle ascelle. diagonalmente dietro la schiena, sopra la spalla opposta ed impugnata davanti all'altezza del petto.

Per evitare sollecitazioni eccessive all'ascella in caso di strappo occorre far passare la corda dalla spalla in un moschettone agganciato all'imbragatura.

ASSICURAZIONE con ATTREZZI  (OTTO e PIASTRINA)

ASSICURAZIONE con ATTREZZO  (PIASTRINA)