RISPOSTA

Se per paura si intende la senzazione che si prova stando in posizione di arrampicata su appigli e appoggi e il cervello segnala una posizione di disequilibrio e incertezza, deve essere vinta cambiando posizione , ripensare e ricalcolare il passaggio ed da ritenere normale.

Non normale, se in quella situazione, si va in confusione e si aggiungono dei tremori delle gambe e la paura diventa panico che quasi sempre foriero di un volo.

E' normale alla vigilia di una ascensione essere pensierosi e di soffrire di una certa ansia (ogni ascensione ha sempre delle incognite e delle variabili) e questa non deve essere confusa con la paura.

Per chi soffre di vertigini ed ha il senso di paura staccandosi da terra non adatto alla arrampicata.